Skip to content

notizie

finissage / omaggio a stanisław ignacy witkiewicz
una conversazione con Andrzej Wełmiński

dal 18 dicembre 2013 al 18 dicembre 2013

 

IL TEATRO DI KWINTOFRON WIECZOROWICZ KWINTOFRON WIECZOROWICZ’s THEATRE
workshop Andrzej Wełmiński / Cracovia / 2013
Mercoledi 18 Dicembre allo Studio Tommaseo, via del Monte 2/1, in conclusione della mostra fotografica dedicata a Stanislaw Ignacy Witkiewicz, sarà ospite Andrzej Welminski, che terrà una conferenza intitolata Il teatro di Kwintofron Wieczorowicz. Nella sua novella “Insaziabilità” scritta nel 1927 e pubblicata per la prima volta nel 1930, Witkiewicz combina l’azione casuale con una forte discussione filosofica e politica. Egli, alla ricerca di una Forma Pura nel teatro, tenta di dare una definizione standard di teatro, anomala per quegli anni ma incredibilmente vicina alle teorie della performance relative alle arti visive che arriveranno alla fine degli anni ’70. La relazione tra Witkacy e il Teatro Cricot è stato proprio l’input del workshop svolto da Welminski a Settembre a Cracovia e sarà il tema principale trattato nella conferenza di Trieste.
Andrzej Welminski, artista, attore e regista, dal 1973 al 1990 ha lavorato con Tadeusz Kantor, partecipando alle produzioni e ai tour del Cricot 2 Theatre. Laureato presso l’Accademia di Belle Arti  a Cracovia nel 1977, lavora con il disegno, la pittura, la fotografia, creando oggetti e installazioni. È associato con la Foksal Gallery e la Krzysztofory Gallery. Il Teatro Cricot è stato fondato nel 1955 da Tadeusz Kantor, noto direttore di teatro, pittore professionista e artista di assemblage, set designer d’avanguardia e teorico d’arte,  ed è fortemente influenzato dalle teorie teatrali di Witkiewicz.

 

***

Ѐ ora possibile partecipare al Premio Giovane Emergente Europeo Trieste Contemporanea 2013, dedicato ad artisti under 30 nati in Albania, Austria, Bielorussia, Bosnia e Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Estonia, Germania, Italia, Lettonia, Lituania, Macedonia, Moldavia, Montenegro, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Turchia, Ucraina e Ungheria.
Ogni anno dal 1999 il Comitato Trieste Contemporanea assegna il Premio Giovane Emergente Europeo Trieste Contemporanea ad un giovane proveniente dall’Europa centro orientale con il fine di promuovere il suo lavoro sulla scena artistica internazionale. Questo è il primo anno in cui viene data agli artisti la possibilità di candidarsi al premio attraverso un bando di concorso.
Il riconoscimento offre al vincitore la possibilità di pensare a un progetto di mostra che viene allestita allo Studio Tommaseo di Trieste. Viene anche pubblicato un catalogo dell’esposizione. In casi speciali può venire attribuita in alternativa al premio tradizionale una borsa di studio di 2000,00 euro che verrà usata dal vincitore per perfezionare la sua ricerca artistica.
L’iscrizione è gratuita.
Il termine per inviare il materiale è il 26 novembre 2013.
Il bando e le regole per partecipare sono disponibili sul sito www.triestecontemporanea.it
Il vincitore sarà selezionato da una giuria internazionale di curatori ed esperti di arte contemporanea membri del network Continental Breakfast.

Per ulteriori informazioni:
Comitato Trieste Contemporanea
Giuliana Carbi
+39 040 639187
info@triestecontemporanea.it
www.facebook.com/TriesteContemporanea
——————————————————————————
Comitato Trieste Contemporanea
via del Monte 2/1 Trieste Italy
+39040639187
info@triestecontemporanea.it
www.triestecontemporanea.it
www.facebook.com/triestecontemporanea

***

EUROPENSIERI_ 5 colazioni filosofiche della domenica mattina CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia Società Filosofica Italiana – sezione Friuli Venezia Giulia a cura di Beatrice Bonato

domenica 7 aprile 2013, ore 11 Udine, Teatro S. Giorgio SOPRAVVIVENZE riflessioni filosofiche con Raoul Kirchmayr letture di Stefano Rizzardi e Giulia De Paoli / da testi di Aby Warburg, Walter Benjamin, Claude Lévi-Strauss ingresso libero Nuova domenica mattina a colazione con i filosofi per il quinto appuntamento di Europensieri, ciclo di incontri ideati dal CSS Teatro stabile di innovazione del FVG e dalla Società filosofica italiana sezione FVG per accompagnare la stagione di Teatro Contatto/Eurovisioni.
Domenica 7 aprile al Teatro S. Giorgio di Udine (dalle ore 11, a ingresso libero), Raoul Kirchmayr professore di Estetica all’Università di Trieste e membro dell’ Equipe Sartre dell’Ecole Normale di Parigi, svilupperà il suo discorso sul tema delle Sopravvivenze. L’incontro sarà condotto da Beatrice Bonato, curatrice scientifica di Europensieri. Pensare l’identità europea significa riconoscere che essa è accompagnata, appunto, da sopravvivenze, spettri che si aggirano nel nostro continente e che incessantemente ci rammentano come la storia della nostra cultura sia una storia di forza e di violenza. Le sopravvivenze ritornano allora come altrettanti rimossi che emergono dal fondo della nostra storia culturale.
Se infatti la storia della filosofia è la storia del rapporto che l’Occidente ha instaurato con l’altro da sé, essa è pure storia di molteplici assimilazioni e di riduzioni dell’altro allo stessospiega Kirchmayr. Cercare le tracce del modo in cui l’Occidente si è istituito come tradizione e come sistema di segni significa ripercorrere un cammino di scomparse. Si tratta di riconoscere una storia di forza e di violenza: la forza dell’istituzione del proprio discorso da parte dell’Occidente, la violenza dell’assimilazione dell’Altro. Ogni traccia che ha resistito alla cancellazione è cicatrice del trauma dell’Altro, essa è dunque sopravvivenza. Parlare di sopravvivenza non significa riconoscere e conservare ciò che è minacciato di scomparsa dal moto del progresso. Sopravvivenza è il permanere dell’Altro nella forma dello spettro, quel doppio che accompagna ogni identità culturale. Tra i molti spettri ne sceglieremo uno, quello dell’Indiano d’America: vedremo la sua figura ritornare come un fantasma nel discorso sul destino dell’Europa, come quell’altro che resta estraneo a ciò che caratterizza, fondandola, l’identità europea
Come sempre costellato da letture dalle pagine di altri filosofi,  Europensieri ci fa ascoltare dalla voce di Stefano Rizzardi e di Giulia De Paoli passaggi tratti da Aby Warburg (Il rituale del serpente), Walter Benjamin (I passages di Parigi , Claude Lévi-Strauss (Tristi tropici), da ascoltare come sempre degustando una tazza di caffè e un dolce assaggio, gentilmente offerti dalla illycaffé di Trieste e da Ristorante Allegria di Udine.
info: CSS Teatro stabile di innovazione del FVG, tel +39 0432 504765 info@cssudine.itwww.cssudine.it

***

CALL FOR PAPER

Il numero 19 di “Fata Morgana” è dedicato a Credito. La deadline per la consegna dei saggi è il 30 settembre 2012.
La proposta, accompagnata da un abstract di 4/5 righe, deve invece essere presentata entro il 20 giugno 2012.
Nella proposta bisognerà indicare in maniera chiara la sezione nella quale si colloca il saggio (Focus: saggi, di circa 10 cartelle, di carattere generale in cui il tema del numero è declinato secondo prospettive ampie; Rifrazioni: interventi più brevi, circa 5 cartelle, dedicati a singoli film, immagini, sequenze, legati al tema principale). Si ricorda che i saggi dovranno essere pensati ed elaborati appositamente per la rivista e che “Fata Morgana” prevede la procedura del peer review.
Per ogni altra informazione è possibile consultare il sito della rivista: http://fatamorgana.unical.it

the 19th issue of “Fata Morgana” is dedicated to Credit. The deadline for the submission of essays is June 20, 2012. The proposal with a short abstract (four or five lines) should be received by September 30, 2012.
In the proposal please clearly indicate the section in which you place the essay (essays for the Focus section, where the main theme is developed in a wider perspective, should be about ten pages in length; essays for the Rifrazioni section, which includes shorter entries dedicated to single films, images or sequences relating to the main theme, should be about five pages in length).
Please note that essays should be written specifically for the journal and that “Fata Morgana” is a peer reviewed journal.
For additional information please visit our website: http://fatamorgana.unical.it

Alessandro Canadè
Caporedattore/Managing editor
Fata Morgana. Quadrimestrale di cinema e visioni (Pellegrini Editore)
La rivista è peer reviewed/The journal is peer reviewed

Redazione:
DAMS – Università della Calabria
Cubo 17/b – 5 piano – Campus di Arcavacata
87036 Rende (CS)

Sito internet:
http://fatamorgana.unical.it

E-mail:
redazionefatamorgana@yahoo.it

 ***

La Rivista  Contemporaneity: Historical Presence in Visual Culture ha pubblicato un call for paper: i contributi debbono essere inviati entro il 30 agosto 2012 con le modalità indicate. Per ulteriori delucidazioni, si rimanda alla pagina http://contemporaneity.pitt.edu/ojs/index.php/contemporaneity/index

***

Il dott. Andrea Inzerillo, dottore di ricerca in Filosofia della Comunicazione e dello Spettacolo presso l’Università della Calabria ha segnalato un bando che riguarda la tavola rotonda sulla critica cinematografica prevista all’interno della Carte postale à Serge Daney del Sicilia Queer filmfest (1-7 giugno 2012). Maggiori informazioni si possono reperire presso l’U.R.L. http://www.siciliaqueerfilmfest.it/2012/it/notizie/14-festival-it/86-call-for-contributions-lattualita-e-il-senso-della-critica-cinematografica.html

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: